News

Si è chiusa nella giornata di ieri la tappa leccese della mostra itinerante che ha celebrato i 30 anni dalla fondazione della Direzione Investigativa Antimafia.

Grande interesse ha suscitato l’evento coinvolgendo circa 1000 persone, la maggior parte studenti, grazie alla collaborazione del Miur, gli allievi Carabinieri della scuola di Taranto, ma anche tanti cittadini hanno ripercorso, attraverso i 32 pannelli fotografici esposti nelle sale del Castello Carlo V di Lecce, le tappe salienti della storia dell’antimafia.

Illustrare l’attività delle donne e degli uomini della Dia ai ragazzi delle scuole di secondo grado ha costituito una straordinaria occasione per rendere partecipi le nuove generazioni della necessità di affrontare e contrastare il fenomeno mafioso coinvolgendo tutta la società civile.

Nel corso delle visite, inoltre, gli alunni del Liceo, presidio scolastico di Libera, hanno avuto l’opportunità di illustrare ai loro coetanei gli approfondimenti svolti sul tema del traffico di esseri umani, argomento del convegno che si è tenuto in concomitanza con l’apertura della mostra.

Torna su